Elezioni 2016: avanti nel segno della continuità

In una sala gremita si è tenuta presso la sede milanese del CONI l’assemblea elettiva del Comitato Lombardo.
In apertura il presidente Carlo Borghi ha ricapitolato il lavoro degli ultimi anni. Nel complesso i numeri sono incoraggianti con un incremento del 2,41% rispetto il 2015. Sono tornati a crescere sensibilmente gli juniores.
In termini numerici anche il turismo ha fatto registrare un sensibile incremento.
“Il socio è in via di estinzione e dobbiamo trattenerlo – ha spiegato Borghi – gli abbandoni sono una voce dolorosa ma esistente in ogni bilancio. Non credo nelle lotte fratricide con sconti sempre maggiori. Noi dobbiamo offrire un prodotto con tutti gli elementi funzionanti. Se tutto gira nel modo giusto il prodotto è attuale e concorrenziale, se invece ci facciamo trascinare nel vortice di sconti a pagare è la qualità che porta a una fuga di soci”.
Borghi, unico candidato alla presidenza, è stato confermato al vertice del Comitato Lombardo per il terzo mandato con oltre il 96% dei voti. “Sono molto orgoglioso della riconferma e continuerò con l’entusiasmo e l’impegno che sono inalterati dal primo giorno. Avremo molte altre iniziative atte ad aumentare il numero di golfisti ma anche per riportare in regione i nostri golfisti iscritti, per mera opportunità economica, in altri circoli”.
Alberto Treves ha sottolineato, ringraziando, l’obiettivo raggiunto dalla Lombardia nell’avere due consiglieri all’interno della FIG (l’altro è Antonio Bozzi al sesto mandato).
Confermato nel segno della continuità il consiglio uscente con Bruno Biraghi 168, Roberto Brivio 168, Giovanni Porta 161 e Sergio Sala 161 che affiancheranno Borghi alla guida del comitato lombardo. Alessandro Perucchini ha ricevuto 28 voti.
Eletti anche Alberto Giolla in rappresentanza degli atleti, Andrea Benazzi per i tecnici e Ignazio Calvi per gli atleti dilettanti.